Gateway Keyvisual

Addetto/a selvicoltore/trice CFP

tagliare, spaccare, digitare, abbattare, costruire, mantenere, elaborare, misurare

Addetto/a selvicoltore/trice CFP

Descrizione

Gli addetti selvicoltori e le addette selvicoltrici lavorano in team e forniscono il loro aiuto nelle foreste, che si tratti di alberi piantati, curati o abbattuti. In primavera e in estate, si occupano principalmente di permettere ai giovani alberi di crescere in modo ottimale. A questo scopo, rimuovono con appositi decespugliatori gli arbusti e le erbacce che ostacolano il passaggio della luce o proteggono gli alberi appena piantati con adeguati dispositivi. Quando abbattono gli alberi, ne lavorano i tronchi, che preparano per il traino.

Gli addetti selvicoltori aiutano anche efficacemente nella costruzione di sentieri forestali o ruscelli e nella consolidazione di strutture di protezione contro le slavine e dei pendii. Lavorano con asce, accette, roncole, ma soprattutto con motoseghe. Indossano indumenti protettivi e rispettano alla lettera tutte le norme di sicurezza.

Cosa e per cosa?

  • Affinché la foresta possa essere mantenuta sana, l’addetto selvicoltore aiuta in una vasta gamma di compiti. Cura, pianta e abbatte alberi e arbusti.
  • Affinché il legname ottenuto non marcisca nella foresta dopo l’abbattimento degli alberi, l’addetta selvicoltrice aiuta a trasportarlo al sito di stoccaggio utilizzando trattori o gru a fune.
  • Affinché i giovani alberi e arbusti possano crescere bene e abbiano sufficiente luce, in primavera e in estate l’addetto selvicoltore rimuove con un decespugliatore e una motosega le erbacce, gli arbusti e gli alberi che intralciano la foresta.
  • Affinché si eviti che le giovani piante vengano rosicchiate da caprioli e cervi, l’addetta selvicoltrice le protegge con speciali dispositivi.
  • Affinché in inverno la foresta non venga distrutta da una slavina, l’addetto selvicoltore aiuta i suoi colleghi ad assicurare i pendii e a costruire barriere antislavine sulle montagne.
  • Affinché gli apparecchi e gli strumenti siano sempre in buone condizioni di funzionamento, l’addetta selvicoltrice si occupa della loro manutenzione pulendoli, lubrificandoli o affilando le catene delle motoseghe.

Fatti

Ammissione
Assolvimento della scolarità obbligatoria. Test attitudinale del dottore. Si raccomanda un apprendistato di prova.
Formazione
Formazione professionale di base della durata di 2 anni.

Coloro che forniscono buone prestazioni, possono iscriversi successivamente al secondo anno della formazione di base come selvicoltore/trice AFC. Le attività sono simili; la professione è tuttavia più impegnativa e le materie più difficili. Anche la responsabilità è maggiore. Una descrizione individuale è disponibile sul sito www.gateway.one/formazioni.
Aspetti positivi
Attualmente è ancora oggetto di ricerca l’effetto che le foreste hanno sulla promozione della salute. È certo tuttavia che l’ossigeno, la tranquillità e i profumi eterei degli alberi fanno bene al corpo e allo spirito. Gli addetti selvicoltori e le addette selvicoltrici beneficiano ogni giorno del loro meraviglioso ambiente di lavoro.
Aspetti negativi
Il lavoro nella foresta ha anche i suoi aspetti negativi. Gli addetti selvicoltori e le addette selvicoltrici sono esposti al vento e alle intemperie. Il loro lavoro è fisicamente impegnativo.
Lavoro quotidiano
Il rischio di incidenti è elevato durante i lavori forestali. Gli addetti selvicoltori e le addette selvicoltrici devono quindi sempre attenersi alle norme sulla tutela della salute e sulla sicurezza sul lavoro. Quando abbattono gli alberi, prendono tutte le precauzioni necessarie e proteggono i sentieri con segnaletica e barriere.

TOP 10 richiesto

molto importante
indispensabile
importante
indispensabile
molto importante
molto importante
importante
indispensabile
importante
indispensabile

Percorsi di carriera: Addetto/a selvicoltore/trice CFP

Possibilità di tirocinio supplementare in professioni affini: agricoltura, giardinaggio e lavorazione del legno. Corsi di perfezionamento e di aggiornamento proposti dalle scuole forestali superiori, dalla Centrale svizzera di economia forestale di Soletta e dalle sezioni forestali cantonali.

Ingegnere/a forestale SUP (Bachelor), Bachelor of Science ETH nelle scienze ambientali

Forestale SSS, tecnico/a SSS tecnica del legno

Educatore/trice forestale (certificato SILVIVA / ZHAW), ranger (diploma BZW)

Selvicoltore/trice caposquadra APF, conducente di veicoli d'esbosco APF, responsabile dell'installazione e dell'esercizio di teleferiche forestali APF

Operatore/trice in sistemazioni naturalistiche (Diploma cantonale TI)

Selvicoltore/trice AFC (entrata al 2° anno)

Addetto/a selvicoltore/trice CFP

Scuola elementare completata