Gateway Keyvisual

Impiegato/a del commercio al dettaglio AFC – Mobili

consultare, chiarificare, ordinare, organizzare, monitorare, pianificare

Impiegato/a del commercio al dettaglio AFC – Mobili
Scaricare il ritratto professionale completo

Descrizione

Le impiegate e gli impiegati del commercio al dettaglio del ramo mobili si occupano della vendita di gruppi imbottiti, letti, armadi, tavoli, sedie, e in genere, di ogni oggetto relativo all’arredamento interno. Grazie alle loro competenze e conoscenze in materia, illustrano le diverse opzioni di arredamento, prendendo in considerazione le caratteristiche e le dimensioni dei locali da arredare, nonché i gusti e i desideri specifici del cliente.

All’occorrenza possono mostrare allo schermo del computer la simulazione virtuale del proprio acquisto affinché il cliente possa farsi un’idea di come si presenterà il locale arredato. Possono pure proporre diversi accessori adatti a completare l’arredamento. Tra i loro compiti figura pure la gestione del flusso della merce in magazzino: grazie alle informazioni ottenute consultando la banca informatizzata dei dati, essi dispongono di una visione completa dei prodotti in assortimento e dei loro prezzi e sono in grado di ottenere immediatamente tutte le informazioni relative agli articoli, ai prezzi e allo stock di prodotti disponibili in sede. Si occupano pure dell’allestimento dell’esposizione in negozio, facendo in modo di renderne attrattiva la presentazione al pubblico.

Ci sono due opzioni specifiche. Quando si tratta di «creazione di esperienze di acquisto» gli impiegati del commercio al dettaglio creano mondi di esperienza orientati al prodotto e al servizio, sviluppano promozioni, organizzano eventi per i clienti e conducono colloqui di vendita elaborati. Nella «gestione degli shop online» gli impiegati del commercio al dettaglio si occupano della presentazione della merce e dei processi nello shop online, registrano gli articoli, aggiornano e valutano i dati sulle vendite online e sul comportamento dei clienti.

Cosa e per cosa?

  • Affinché la cliente sia ben consigliata su tutte le questioni abitative, l’impiegato del commercio al dettaglio – Mobili le spiega fra l’altro quale tipo di divano si abbina al meglio alla sua tappezzeria fotografica.
  • Affinché il cliente possa immaginare quale effetto avrà nel locale l’oggetto che desidera, l’impiegata del commercio al dettaglio – Mobili esegue disegni o visualizza al computer con sistemi CAD l’oggetto desiderato.
  • Affinché la clientela venga incoraggiata all’acquisto, l’impiegato del commercio al dettaglio – Mobili dispone i mobili in attrattive e gradevoli aree abitative nel negozio.
  • Affinché il cliente non inquini inutilmente l’ambiente, l’impiegata del commercio al dettaglio – Mobili smaltisce i mobili usati e il materiale d’imballaggio in modo professionale ed ecologico.

Fatti

Ammissione
Assolvimento della scolarità obbligatoria, livello medio o superiore.
Formazione
Formazione professionale di base della durata di 3 anni. All'inizio dell’apprendistato si decide se scegliere l’opzione «creazione di esperienze di acquisto» oppure «gestione degli shop online». Con buone prestazioni scolastiche, possibilità di conseguire la maturità professionale durante il tirocinio oppure dopo la formazione professionale di base.

Per i giovani maggiormente orientati per le attività pratiche è possibile seguire la formazione di assistente del commercio al dettaglio CFP della durata di 2 anni.
Aspetti positivi
Le impiegate e gli impiegati del commercio al dettaglio – Mobili arredano letteralmente i locali abitativi. Sono esperti nella vendita di letti, armadi, cassepanche, cassettiere, sgabelli, lampade, tappeti e molto altro.
Aspetti negativi
L’orario di lavoro si basa solitamente sugli orari di apertura del rispettivo negozio. In questo settore i colloqui di vendita richiedono molto tempo e non tutti vi sono adatti. Poiché la maggior parte della giornata si trascorre in piedi, le persone con problemi ai piedi o alla schiena dovrebbero orientarsi verso altri settori o attività.
Lavoro quotidiano
Le impiegate e gli impiegati del commercio al dettaglio – Mobili sono impiegati in negozi specializzati nella vendita di mobili, presso i grossisti, nei grandi magazzini e nei negozi di mobili self-service.

TOP 10 richiesto

A seconda del settore, sono richiesti requisiti specifici. Qui: Interesse per l'arredamento d'interni, senso dei colori e delle forme, capacità di disegno, senso delle tendenze, piacere di lavorare con l'aiuto del computer.

indispensabile
importante
molto importante
indispensabile
molto importante
importante
indispensabile
importante
molto importante
indispensabile

Percorsi di carriera: Impiegato/a del commercio al dettaglio AFC – Mobili

Numerose possibilità di perfezionamento in ambito commerciale e corsi di post-formazione proposti dall’Istituto svizzero per la formazione di capi azienda (IFCAM-SIU) o dalla Società svizzera degli impiegati di commercio (SSIC). Avanzamento: impiegato/a capo/a del commercio dettaglio, dirigente di filiale, acquisitore/trice, formatore/trice interno, dirigente, gestione di un negozio in proprio.

Architetto/a d’interni SUP, economista aziendale SUP

Economista aziendale SSS, marketing manager SSS

Manager nel commercio al dettaglio EPS, responsabile degli acquisti EPS, capo/a di vendita EPS, capo/a di marketing EPS (diploma federale)

Progettista d'interni APF, creatore/trice di tessuti d'arredamento APF, specialista del commercio al dettaglio APF, specialista d'approvvigionamento APF, specialista in marketing APF, specialista in vendita APF

Consulente d’arredamento (corsi base e modulari)

Impiegato/a del commercio al dettaglio AFC – Mobili

Assistente del commercio al dettaglio CFP o scuola elementare completata

Scaricare il ritratto professionale completo