Gateway Keyvisual

BSc in tecnologie del vivente

Ingegnere/a in tecnologie del vivente SUP

ricercare, osservare, esaminare, analizzare, documentare

Ingegnere/a in tecnologie del vivente SUP

Descrizione

L’ingegnere e l’ingegnera in tecnologie del vivente lavorano soprattutto nella produzione. I processi biotecnologici sfruttano il metabolismo di batteri, lieviti, funghi ecc. per indurre questi organismi a produrre sostanze utili. Oggi si adottano anche metodi d'ingegneria genetica. Questi specialisti sono ricercati in vari settori: smaltimento rifiuti, tecnologia ambientale, enti pubblici, industria farmaceutica o agricola.

Fatti

Ammissione
a) Tirocinio (AFC) con maturità professionale indirizzo tecnica, architettura e scienze della vita oppure

b) maturità liceale o professionale di indirizzo diverso con almeno 1 anno di pratica professionale in ambito pertinente.
Formazione
3 anni di studio a tempo pieno: Scuola universitaria professionale per l'ottenimento del diploma federale.

TOP 10 richiesto

molto importante
indispensabile
indispensabile
importante
indispensabile
molto importante
importante
molto importante
indispensabile
importante

Percorsi di carriera: Ingegnere/a in tecnologie del vivente SUP

Corsi presso una scuola universitaria professionale SUP, università e associazioni professionali; studi postuniversitari in campi affini. Ispettore/trice alimentare, insegnante di scuola professionale.

Dottorato PhD

Ingegnere/a in tecnologie del vivente (Master) nell'univeristà politecnica (ETH) in Gran Bretagna/Canada/USA ecc.

Master of Science (SUP) in Life Sciences, approfondimento Pharmaceutical Biotechnology (in tedesco)

Ingegnere/a in tecnologie del vivente SUP

Certificato federale di formazione pratica (AFC) nel campo delle biotecnologie o titolo equivalente (vedi ammissione)