Gateway Keyvisual
Gateway Keyvisual

professioni A-Z

Professionista del cavallo AFC

nutrire, imbrigliare, sellare, montare a cavallo, rimuovere il letame, insegnare

Professionista del cavallo AFC

Descrizione

Le denominazioni professionali di palafreniere/a, scudiere/a e fantino/a in uso finora sono state raggruppate ora sotto l’unica definizione di professionista del cavallo.I professionisti e le professioniste del cavallo curano i cavalli in modo indipendente in un centro equestre oppure in una scuderia. Conoscono le esigenze degli svariati tipi e razze di cavalli. Si occupano dei lavori giornalieri di pulizia della scuderia e dei recinti e foraggiano i cavalli. Le loro giornate di lavoro possono essere lunghe e durante il week-end devono essere disponibili. Oltre ai lavori generali si occupano anche di compiti specifici.

Indirizzi professionali

I professionisti e le professioniste del cavallo dell’indirizzo «Attacchi» non montano i cavalli ma conducono carrozze e carri trainati da cavalli. Essi allenano i cavalli nelle seguenti discipline: dressage, maratona e gimcana (o percorso ad ostacoli mobili). Esistono numerosi modi di attaccare i cavalli; quelli più comuni sono il singolo (un unico cavallo), la pariglia (due cavalli uno accanto all’altro), il tandem (due cavalli, uno di seguito all’altro) e il tiro a quattro. La prova di dressage si svolge in un campo rettangolare dentro il quale occorre eseguire alcune figure al passo, al trotto riunito, di lavoro o allungato. Nei percorsi su terreno sterrato si tratta di superare ostacoli naturali e artificiali, come ad esempio ponti, piccoli ruscelli e sentieri stretti e ricchi di curve, cercando di mantenere un determinato passo e rispettando tempi prestabiliti. Nella gimcana occorre schivare con il carro determinati ostacoli (bocce): determinanti per il successo sono il tempo, l’agilità, l’obbedienza e la sensibilità del cavallo.
I professionisti e le professioniste del cavallo dell’indirizzo «Cavalli da corsa» allenano i cavalli da competizione che si cimentano nelle gare di ippica. Si tratta essenzialmente di cavalli che gareggiano su una tratta da percorrere il più velocemente possibile. Le gare ippiche hanno origini molto lontane nel tempo e costituiscono uno degli sport più antichi. Servono in primo luogo alla selezione dei cavalli (allevamento dei purosangue) e rappresentano un hobby piacevole per coloro che li cavalcano. Il fascino di questo sport contempla parecchi aspetti congiunti: le scommesse, la dinamica, il tuonare degli zoccoli quando il cavallo sfreccia al galoppo libero sulla pista entusiasmano da sempre cavaliere e spettatori. Il professionista del cavallo ha a che fare con animali pregiati e molto costosi e pertanto deve riservare loro particolari attenzioni e cure.
I professionisti e le professioniste del cavallo dell’indirizzo «Andatura» allenano i cavalli nelle diverse andature che si distinguono in base ai diversi movimenti del cavallo, suddivisi in movimenti naturali e in movimenti artificiali. Le andature naturali sono tre: passo, trotto e galoppo; le cosiddette andature artificiali o difettose sono ad esempio: Ambio, Tölt, Traino, Trafalca, Trotto innaturale, Paso, Foxtrott, Marcha, Walk, Rack, Slow Glait, ecc. Il movimento dev’essere sempre sciolto e non deve far sobbalzare il cavaliere. Per raggiungere la purezza del ritmo, che rende l’andatura comoda, occorre molto allenamento. La razza di cavalli più diffusa in Europa per questo genere di andatura è l’Islandese. Ma i cavalli da andatura possono provenire anche da molti altri Paesi e i professionisti del cavallo li formano generalmente in base alle caratteristiche in uso nei rispettivi luoghi di provenienza.
I professionisti del cavallo di questo indirizzo professionale passano parecchio tempo nella cura degli animali alimentandoli con il foraggio adeguato, abbeverandoli, pulendoli, ecc. Muovono e allenano i cavalli montandoli, con attività al suolo e facendoli muovere in cerchio con la lunga. Partecipano alle lezioni di equitazione, curano gli animali malati o infortunati e i contatti con la clientela del maneggio.
I professionisti e le professioniste del cavallo dell’indirizzo «Monta classica» allenano i cavalli nell’omonima disciplina classica. La monta classica, denominata anche monta barocca o di corte, comprende direttive emanate da maestre e maestri del diciassettesimo fino al diciannovesimo secolo, come pure da maestre e maestri di equitazione odierni. Essi attribuiscono notevole importanza alla leggerezza e all’eleganza del movimento e allenano il cavallo verso questo stile di equitazione. I professionisti del cavallo di questo indirizzo professionale hanno un ottimo feeling con i cavalli e riescono a riconoscerne le specificità e il carattere individuali. Particolarmente adatti a questo tipo di monta sono le seguenti razze: Berbero, Andaluso, Lusitano, Lipizzano, Knabstrub e Frederiksborg.
I professionisti e le professioniste del cavallo dell’indirizzo «Monta western» allenano i loro cavalli nella disciplina western, una disciplina sportiva che si richiama allo stile di cavalcata dei cowboy americani e che si è sviluppata in una disciplina sportiva. L’andatura è concepita per fare in modo che il cavallo e il cavaliere possano viaggiare tutto il giorno a un ritmo lento e risparmiare energia. Gli specialisti del cavallo di questo indirizzo addestrano i cavalli nelle varie discipline western, come il lavoro con il bestiame o il superamento degli ostacoli sul terreno. I cavalli western vengono cavalcati con una sola mano e a redini costanti. La postura di cavaliere e cavallo è rilassata.

Fatti

Ammissione
Per tutti gli indirizzi: assolvimento della scolarità obbligatoria, livello medio o superiore.
Candidati provenienti da altre professioni: Alcuni anni di pratica professionale.
Formazione
La formazione professionale di base (tirocinio) dura 3 anni. Tutti gli apprendisti cominciano con l’indirizzo «cure dei cavalli».
Candidati provenienti da altre professioni: 2 anni formazione professionale di base.

TOP 10 richiesto

Per monta classica, monta western, cavalli d’andatura e corse, sono inoltre necessarie buone conoscenze d’equitazione.

importante
molto importante
molto importante
importante
indispensabile
molto importante
indispensabile
indispensabile
indispensabile
importante

Percorsi di carriera

Professionisti vengono incaricati di compiti sempre più impegnativi, ad esempio l'addestramento di cavalli da corsa e saltatori da spettacolo molto pregiati. Corsi di formazione offerti dalle scuole professionali, dall'organizzazione delle professioni equine e dalle associazioni, per esempio SWISS Horse Professionals SHP, Swiss Western Riding Association SWRA, Icelandic Horse Association Switzerland IPV CH o Swiss Racing Riders Association SRV. CAS in "allevamento e uso", "allevamento e formazione" o "gestione e innovazione" (prerequisito: corso Equigarde® o conoscenze equivalenti).

Bachelor SUP in agronomia con approfondimento in scienze equine

Esperto/a del settore cavallo EPS (diploma federale)

Specialista del settore cavallo APF (attestato professionale federale)

Diploma di jockey o di allenatore) o specializzazione in un settore affine (per es. ippoterapia)

Tirocini supplementari abbreviati (1 anno) in un'altro indirizzo professionale

Professionista del cavallo AFC

Custode di cavalli CFP o scuola elementare completata